Translate

mercoledì 23 agosto 2017

Gabbia per Uccellini di S.M.May

Ciao a tutti, oggi vi parlo di Gabbia per Uccellini di S.M.May.





La trama;


Mai sottovalutare un acquazzone di primavera.

Quando Rey Morales, studente all’università di La Salle, Philadelphia, esce a festeggiare l’ultima vittoria della squadra di baseball, può solo aspettarsi una serata rilassante insieme ai compagni e tifosi, piena di musica e birra. Ma la pioggia continua a cadere incessante, e Julien, l'uomo più affascinante di tutto il locale, si offre di accompagnarlo sino al campus.
Che c’è di male ad accettare quel passaggio?
Al suo risveglio, Rey si ritrova senza vie di fuga e senza difese.

Un uccellino chiuso in gabbia,
con un padrone esigente che vuole prendersi cura di lui.
209 notti che valgono una vita.

Quando Matthew Forsyth, ambizioso sostituto procuratore della città, si vede assegnato il caso Morales, può solo pensare che sia iniziato uno dei periodi più fortunati della propria carriera. Niente di meglio che un processo facile e sensazionale, per garantirsi promozioni e successo.
Che c’è di male ad accettare quell’incarico?
Peccato che non sia così facile capire chi, tra la vittima e l’imputato, sia l’individuo più pericoloso in aula.

209 notti su cui manca una verità certa.
Due presunti colpevoli.
Un processo che nessuno vuole vincere davvero.
Una gabbia invisibile che imprigiona ancora.
E un’unica domanda: chi tiene davvero la chiave?



DISCLAIMER: questo non è un romanzo d’amore. Contiene scene esplicite e taluni episodi di violenza psicologica e sesso non consenziente che sono necessari per il contesto, anche se potrebbero risultare fastidiosi per lettori particolarmente sensibili. Lettura +18
Di questa autrice avevo letto alcuni libri nel corso degli anni, prima di aprire il blog, quindi mi ha fatto super piacere essere stata contattata per leggere questa nuova storia.

La storia non è facile, le tematiche affrontate possono suscitare fastidio nel lettore, io però non sono riuscita a staccarmi dal libro fino alla fine, col risultato che sono rimasta sveglia fino alle tre di notte per finirlo.


Il romanzo è raccontato tra passato e presente, tra i giorni di prigionia di Rey e quelli del processo che deve affrontare Matthew.

Rey è un ragazzo con un'esistenza tranquilla, studente del college, con molti amici, che una sera viene affascinato e catturato da Julien, che decide di tenerlo come suo "uccellino".
Per 209 notti Rey sarà in balia di quest'uomo che prova a piegarlo fisicamente e mentalmente per farlo diventare dipendente da lui per sempre.

Il personaggio di Julien l'ho odiato con una forza inaudita perchè proprio quel fascino, che all'inizio conquista, dopo diventa la sua arma migliore per soggiogare e far soffrire Rey.
Un personaggio ben delineato, spietato e dalla mente malata e la scelta di dargli l'accento e le origini francesi l'ho trovata geniale, proprio perchè quella lingua che di solito associamo alla seduzione, qui diventa maligna e perversa.

Rey prova con tutto sè stesso a resistere ai vari tipi di abusi e per quanto a volte la sua mente vacilla, soggiogato dal padrone, trova sempre la forza di ricordare chi è e cosa vuole davvero: la libertà da quella gabbia d'oro.

Matthew invece è un ambizioso sostituto procuratore che si ritrova tra le mani un caso con già il colpevole servito sul piatto d'argento; ma è davvero tutto come sembra? riuscirà a fare chiarezza in un caso che per tutti quelli intorno a lui sembra già chiuso e archiviato?

A livello stilistico ho apprezzato l'alternanza tra passato e presente perchè permette al lettore di "respirare" alla fine di ogni capitolo della prigionia di Rey; il ritmo di quelle scene e la violenza che vi si legge ti catturano (passatemi il termine, ma non essendo riuscita a staccarmi dal libro dall'inizio alla fine, mi sono sentita proprio così, soggiogata dalla mente malata di Julien e ansiosa come Rey di trovare una via di fuga).
I capitoli di Matthew invece sono molto più calmi e riflessivi perchè è lui stesso che deve provare a sciogliere la matassa che sono Julien e Ray e tu lettore ragioni con lui per cercare di capire come si è arrivati all'apice della storia.
S.M.May si è messa alla prova con un tipo di romanzo non facile da scrivere ma a mio avviso ha fatto un ottimo lavoro e le occhiaie che ho oggi lo dimostrano ^_^














1 commento:

  1. Grazie davvero! Anche per le occhiaie :)
    SM May

    RispondiElimina